Adempimenti fiscali in Italia

Nel corso dell’anno, al contribuente è richiesto di adempiere una serie di obbligazioni che varia, sia riguardo il tipo che la data, in dipendenza della categoria del contribuente e dal tipo di tassazione che si applica. È importante notare che quasi tutte le dichiarazioni dei redditi e le ulteriori comunicazioni fiscali devono essere comunicate tramite deposito informatico.

Adempimenti riguardanti la tassazione diretta

Sia i contribuenti IRPEF che IRES devono completare una dichiarazione dei redditi annualmente facendo una stima e pagando completamente le tasse con l’aliquota applicabile e effettuando i pagamenti per l’anno corrente al tempo in cui la dichiarazione è preparata.

La dichiarazione dei redditi deve essere redatta usando un formato standard approvato annualmente dall’Agenzia delle Entrate.

Le persone fisiche e le persone giuridiche devono depositare una dichiarazione dei redditi annuale alla fine di settembre dell’anno fiscale successivo, mentre le società a responsabilità limitata devono depositare la dichiarazione dei redditi entro nove (9) mesi dalla fine del periodo d’imposta di riferimento (solitamente mostrando la data di chiusura del bilancio).

Gli adempimenti fiscali sono divisi in due pagamenti durante il corso del periodo d’imposta, e un saldo deve essere pagato allo stesso tempo come pagamento del primo adempimento dovuto per l’anno seguente (il sedicesimo giorno del sesto mese seguente la fine del periodo d’imposta, con possibilità di post-porre al sedicesimo giorno del settimo mese con il pagamento del 0,4% dell’interesse).

IRAP

Riguardo l’IRAP, una dichiarazione annuale deve essere redatta e presentata alla stessa scadenza della dichiarazione dei redditi.

IVA    

Una dichiarazione annuale rilevante ai fini dell’imposta sul valore aggiunto riguardante un anno civile, deve anche essere depositata prima della fine di settembre del seguente anno fiscale: essa deve contenere il totale delle operazioni in entrata e in uscita, gli obblighi fiscali, le deduzioni, i pagamenti effettuati, l’imposta dovuta come saldo o la differenza come credito.  Il contribuente deve anche inviare annualmente una Comunicazione annuale dati IVA. A partire dall’anno civile 2016, la Comunicazione annuale dati IVA non sarà più richiesta, ma la dichiarazione annuale a fini IVA dovrà essere depositata alla fine di febbraio dell’anno seguente. In generale, il saldo è effettivo mensilmente, trimestralmente o durante l’anno. I contribuenti che devono fare i pagamenti mensili devono pagare ogni ammontare dovuto dal sedicesimo giorno del mese seguente quello in cui il saldo si riferisce o, nel caso di un saldo trimestrale, dal sedicesimo giorno del secondo mese seguente la fine del trimestre. Per l’ultimo trimestre dell’anno, la scadenza del pagamento è il 16 marzo. Tutti i crediti saranno dedotti dal saldo nel mese o nel trimestre seguente. Dal 27 dicembre, al contribuente è chiesto di provvedere al pagamento sul conto come ultimo saldo dell’anno.

Compensazione

È possibile compensare crediti e debiti riguardanti lo stesso periodo d’imposta (compensazione tradizionale) o crediti e debiti derivanti da diversi contributi fiscali e previdenziali (compensazione orizzontale).

 

Contattaci per ulteriori informazioni riguardo gli adempimenti fiscali in Italia.


© 2020 Italian Company Formations
Sito realizzato da hitframe.com
vers. 1.0.1